Funzionamento

I sistemi SVP hanno la funzione di pressurizzare il locale filtro e di mantenerlo al livello minimo di sovrappressione di 0,3 mbar e per un periodo minimo di 120 minuti in caso di incendio, come prescritto dal D.M. del 30 novembre 1983.

La pressurizzazione del locale filtro può avvenire con due modalità distinte in funzione della configurazione del filtro:

1. Pressurizzazione solo in condizione di emergenza: è il caso dei filtri con porte aperte.

Al manifestarsi dell’incendio (condizione di emergenza), il quadro di comando riceve un segnale proveniente da una centrale antincendio o da sensori di fumo o da un comando manuale. Le porte REI del locale filtro vengono chiuse tramite lo sblocco automatico dei fermi. Contemporaneamente il quadro di comando avvia il pressurizzatore (ventilatore) che mette in sovrappressione il locale, raggiungendo in pochi secondi la soglia minima di 0,3 mbar.

Raggiunto tale valore il gruppo di pressurizzazione interrompe il suo funzionamento e riprende a funzionare quando il pressostato rileva una pressione sotto la soglia minima di 0,3 mbar. Il sistema funziona per un minimo di 120 minuti, anche in caso di blackout (che può essere indotto dai Vigili del Fuoco), grazie alle batterie tampone mantenute cariche durante la normale alimentazione.

2. Pressurizzazione continua con funzionamento 24 ore: è il caso di filtri con porte chiuse.

In questa configurazione il sistema SVP (modelli SVP2 e SVP2+), alimentato dalla rete, mantiene il locale filtro fumo alla soglia minima di sovrappressione di 0,3 mbar. Raggiunto tale valore il gruppo di pressurizzazione interrompe il suo funzionamento e riprende a funzionare quando che il pressostato rileva una pressione sotto la soglia minima di 0,3 mbar. In caso di black-out della corrente di rete, il funzionamento del sistema è garantito grazie alle batterie tampone contenute nel quadro di comando che garantiscono un’autonomia di almeno 120 minuti. Le batterie si ricaricano automaticamente una volta ripristinata la corrente di rete.


La scelta del modello idoneo in funzione della tipologia di filtro è competenza del progettista. Il nostro Ufficio Progetti si pregia di assistere il professionista nella selezione del corretto pressurizzatore, avendo a disposizione la dimensione del filtro, il numero di aperture e la lunghezza della canalizzazione necessaria a captare aria pulita a temperatura ambiente.